Home / Corpo uomo / Inci: come si legge l’etichetta di un cosmetico

Inci: come si legge l’etichetta di un cosmetico

Imparare a leggere l’inci, quindi le le etichette e sapere come distinguere determinati ingredienti per selezionare quei prodotti che sono più naturali, è un buon modo per evitare di entrare in contatto con quelle sostanze tossiche o ingredienti.

L’etichetta di un cosmetico è lo strumento migliore per i consumatori, per sapere quali sono le proprietà nei loro cosmetici. La legislazione nazionale applicabile ai cosmetici è armonizzata a livello europeo per facilitare il mercato interno dei prodotti cosmetici dell’Unione europea.

Una corretta interpretazione delle informazioni integrate nell’imballaggio primario (etichetta dell’imballaggio) e secondaria (cartone e imballaggio) dei cosmetici è essenziale per un uso adeguato da parte degli utenti.

Per questo motivo, è fondamentale sapere come analizzare correttamente l’etichetta di un prodotto cosmetico per comprendere tutti i simboli presenti. La direttiva CEE 1993 è obbligatoria in tutti i paesi membri dell’Unione europea , pertanto i produttori e gli importatori di prodotti cosmetici devono indicare la composizione con tutti gli ingredienti.

Ciò è dovuto a dare tutte le informazioni necessarie ai clienti in modo che siano attenti alle possibili allergie da parte di alcuni composti, per evitare in questo modo maggiori problemi.

In questa guida sarà illustrato nel dettaglio come si legge l’etichetta di un cosmetico e tutte le informazioni Inci.

Simboli Inci dei prodotti

Lettera”E”

Accanto al volume del contenitore la lettera E rappresenta la garanzia di qualità con cui il prodotto è stato riempito secondo il sistema di misure utilizzato nell’Unione Europea. Garantisce che la confezione contenga esattamente la quantità indicata dall’etichettatura espressa in millilitri (ml) o in once (oz).

Punto verde

Il prodotto fa parte di un sistema di gestione integrato per la raccolta differenziata e il recupero dei contenitori per il successivo riciclaggio. Deve essere riciclato a seconda del materiale del contenitore cosmetico.

Triangolo 3 frecce

Indica il materiale con cui è stata fabbricata la plastica del contenitore. Il numero di interno è un codice interno e lettere sono le iniziali del nome reale del materiale: PET o PETE (polietilene tereftalato), HDPE (polietilene ad alta densità), LDPE (polietilene a bassa densità), V o PVC (vinile o polivinilcloruro), PP (polipropilene), PS (polistirolo).

Pao (Period After Opening)

Il periodo minimo dopo l’apertura e l’uso del prodotto cosmetico per il quale possono essere utilizzati senza alcun rischio per il consumatore, pur mantenendo le sue caratteristiche e qualità (proprietà, aroma, consistenza, ecc.). È contrassegnato da un barattolo aperto, con un numero e una lettera “M” che si riferisce ai mesi.

Orologio sabbia

Simbolo che precede la data di durata minima. Non è obbligatorio nei cosmetici con una data superiore a 30 mesi (dove invece è indicato il simbolo PAO). Cioè, la durata del prodotto è inferiore a 30 mesi indipendentemente dalla sua apertura.

Hand on book

Significa che il pacchetto è accompagnato da un documento che specifica la composizione del cosmetico.
I produttori hanno l’obbligo di indicare l’elenco completo degli ingredienti di un prodotto.

Lista Inci (International Nomenclature Cosmetic Ingredient)

I produttori sono obbligati a riflettere sull’etichetta tutti i componenti, soggetti al regolamento europeo dei prodotti cosmetici 1223/2009, applicato dall’11 luglio 2013.

Deve seguire una serie dei requisiti:

  • Gli ingredienti devono essere elencati in base alla loro quantità in ordine decrescente (dalla concentrazione più alta a quella più bassa).
  • In latino i prodotti naturali come le piante.
  • In inglese i prodotti chimici.
  • Alla fine, le attività con una concentrazione inferiore all’1% possono essere citate senza ordine.
  • Per riservatezza, il produttore può richiedere l’esclusione di diversi ingredienti: usa l’indice di colore o il numero di CI per i coloranti, un sistema di numerazione internazionale.
  • I composti profumati e aromatici, così come le loro materie prime, saranno citati rispettivamente con la parola “profumo” e “aroma”.

L’ Inci stabilisce un sistema mediante il quale i cosmetici sono etichettati. Alcune delle regole base che dovresti sapere sono le seguenti:

Gli ingredienti devono essere ordinati in modo decrescente in termini di quantità inclusa nel prodotto:

  • Il primo ingrediente sull’etichetta si trova in quantità maggiore quest’ultimo è il minimo.

Per i coloranti, è necessario utilizzare il numero CI (indice dei colori), che è il nome INCI di questi ingredienti.
L’ordine in cui sono elencati gli ingredienti è importante nelle certificazioni.

Oltre alla lista degli ingredienti sarai anche in grado di identificare diversi prodotti e / o confezionare varie certificazioni e timbri. Queste certificazioni possono coprire aspetti molto diversi del prodotto come la sua sostenibilità o se i prodotti sono testati su animali.

Informazioni del venditore, lotto e scadenza

I cosmetici devono portare l’indirizzo del produttore o del distributore. La piccola imbarcazione con un numero indica il tempo in cui il prodotto è efficace una volta aperto.

La V significa che è vegano, non contiene ingredienti di animali come il miele. La data di scadenza viene impostata quando il prodotto non ha una durata di 3 anni. I cosmetici a norma, hanno sempre data di scadenza e il lotto.

Perché un cosmetico sia considerato naturale deve essere composto per oltre il 90% da materie prime naturali di origine vegetale e dalla mancanza di sostanze irritanti, tossiche o pericolose.

Naturalmente, non esistono cosmetici naturali al 100% (a meno che non siano oli) poiché la maggior parte dei prodotti contiene conservanti, anche se morbidi, per garantirne la durata.

In ogni caso, la quantità di sostanze chimiche o sintetiche che vengono aggiunte, o di origine naturale ma estratte con processi chimici, è inferiore al 10% della composizione finale del prodotto. Attenzione ai prodotti che contengono estratti naturali ricostituiti, perché sono semplicemente copie dell’odore o delle proprietà di una pianta.

Comprendere che è logico che i prodotti naturali siano considerevolmente più costosi dei prodotti chimici poiché non dipendono da fattori variabili come raccolti, temperature, siccità e parassiti.

Recensione
Data
Articolo
Inci: come si legge l’etichetta di un cosmetico
Valutazione
51star1star1star1star1star

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *